Fisioterapia e Riabilitazione2018-01-29T17:04:50+00:00

FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE RENATE

dr. Federico Usuelli, dr.ssa Roberta Canzi

RIABILITAZIONE POSTURALE GLOBALE

RIEDUCAZIONE PROPRIOCETTIVA

RIABILITAZIONE POST-OPERATORIA

RIABILITAZIONE DELLE DISFUNZIONI DELL’EQUILIBRIO

RIABILITAZIONE OTOVESTIBOLARE

PILATES

YOGA IYENGAR

TECAR TERAPIA

CRIOTERAPIA

LASER EXAND

CHELT THERAPY

INTERX THERAPY

PHARON DIATERM

Fisioterapia

Ci dedichiamo da sempre al benessere del nostro paziente.

Questo significa aiutare il paziente durante un problema acuto, ma anche preoccuparsi di mantenere il benessere raggiunto con attività di rieducazione e prevenzione.

Le Terapie fisiche più moderne sono nostre alleate in questo progetto.

Tuttavia, riteniamo che sia riduttivo parlare di terapie senza accostarle al metodo che nel tempo abbiamo sviluppato.

Tecarterapia

Tecarterapia

Parlare di Tecarterapia oggi è un atto dovuto.

È una terapia di cui si sente parlare in modo entusiasta da alcuni e deludente da altri.

Noi riteniamo che qui la competenza sviluppata negli anni sia la chiave per dei risultati diversi ed affidabili.

Ci occupiamo di Tecar dal 2004, quando in Lombardia ed in Italia erano in pochi anche solo a conoscerla.

Ricordiamo con orgoglio le tante spiegazioni offerte ai pazienti sulle modalità di funzionamento di questa terapia.

Come funzione la Tecarterapia?

Oggi come allora spieghiamo semplicemente che il corpo umano è fatto d’acqua. Pertanto è un conduttore di seconda specie. La Tecarterapia sfrutta questo aspetto.

È davvero un rapporto che ancora oggi è nuovo e diverso. Non esiste terapia senza il paziente, che diventa parte integrante della terapia stessa. Infatti, in base alla idratazione risponderà in modo diverso.

Per questo consigliamo ed offriamo a chi lo chiede uno o due bicchieri d’acqua prima di sottoporsi alla seduta programmata!

La macchina semplicemente interagisce in modalità capacitiva e resistiva con il campo magnetico del “corpo umano”.

Questa è la spiegazione di ieri e di oggi, per motivare la sensazione del paziente: un piacevole massaggio caldo.

Il beneficio, però, non risiede solo nell’ipertermia prodotta, ma, proprio in quel “movimento di cariche elettriche” generato da questa interazione tra campi magnetici.

Perché la Tecarterapia è cosi specifica e selettiva?

La Tecar utilizza diversi elettrodi che vengono passati sul corpo, sfiorandolo prima, massaggiandolo poi. Il paziente ha generalmente una sensazione piacevole di rilassatezza. 

Il terapista ha a disposizione due diverse famiglie di elettrodi: capacitivo e resistivo.

L’elettrodo capacitivo (rivestito da una ceramica con caratteristiche specifiche) è dedicato ai tessuti ricchi d’acqua: muscoli, ma anche connettivo. Ecco perché la Tecarterapia viene frequentemente utilizzata in medicina estetica.

Esistono poi elettrodi resistivi (quelli non rivestiti di ceramica), che hanno un’azione più specifica sui tessuti osteoarticolari e tendinei: sono i tessuti meno ricchi d’acqua e generalmente più profondi.

Quando si utilizzano elettrodi resistivi, il terapista potrà chiedere al paziente di fare dei movimenti, anche contro resistenza, per incrementare ancor di più la selettività della terapia.

Le sensazioni del paziente.

Il paziente può avere alla fine delle terapia una sensazione di rilassatezza e piacevole stanchezza.

La prima notte, soprattutto quando la terapia viene praticata su articolazioni rigide che devono recuperare il movimento (spalla, gomito, per esempio) il paziente può avere sensazioni dolorose, simili a quelle che si hanno i giorni successivi ad un allenamento muscolare intenso.

Questa sensazioni lasciano poi spazio ad un graduale recupero delle funzione.

Quante sedute di Tecarterapia sono necessarie?

Il paziente ha generalmente la necessità di programmare tra le 6 e le 10 sedute per ottenere un beneficio stabile nel tempo.

Nella maggior parte dei casi il trattamento si articola si circa 2-3 settimane.

Il nostro metodo per la Tecarterapia

La Tecarterapia è un’arma vincente quando si associa ad una profonda conoscenza dell’anatomia e della patologia da curare.

È importante considerare l’articolazione malata come “una componente” dell’organismo intero e non limitarsi a curarla isolatamente. In questi casi, una visione olistica (dal greco olos: il tutto) aiuta ad avere risultati stabili nel tempo.

Chi non è candidato alla Tecarterapia.

La TecarTerapia non è eseguibile nei pazienti con pace-maker e dispositivi medicali con cui il campo magnetico potrebbe interferire.

Laserterapia, Crioterapia, Interx, Kinesiotaping.

Non tutti i pazienti sono pero’ candidati per la sola Tecarterapia.

L’arsenale terapeutico viene notevolmente incrementato dall’associazione con altre terapie molto efficaci sul controllo del dolore (Interx) e della contrattura muscolare (kinesiotaping).

Il kinesiotaping è una tecnica riabilitativa che prevede l’utilizzo di particolari “cerotti colorati”, che producono uno stimolo principalmente tattile, efficace però a produrre miorilassamento e linfodrenaggio.

Inoltre, i problemi tendinei possono trovare un’indicazione più specifica della Tecarterapia nella Laserterapia.

Nel nostro studio si utilizza uno dei sistemi più evoluti, che si fonda un su particolare tipo di laser, definito come E2C.

Questa terapia associata alla crioterapia si rivela molto efficace nella gestione e nel controllo del dolore muscolo-scheletrico.

Prevenzione e mantenimento

Il paziente ha spesso la necessità di essere riaccompagnato nel percorso riabilitativo successivo alla soluzione del dolore.

Riteniamo che la rieducazione propriocettiva sia l’ingrediente principale da proporre per ogni articolazione ed offriamo un metodo ed uno spazio riabilitativo completamente dedicato ad esso.

Come interpretare la propriocezione?

Un articolazione è facilmente paragonabile ad una marionetta che si muove controllata da specifici sensori. Quando la marionetta si ammala, si manifesta il dolore, che ha un’azione negativa anche sui sensori. Una volta recuperato o migliorato il controllo del dolore, la rieducazione propriocettiva si preoccupa di riattivare e riprogrammare questi sensori!

In questo progetto, trova spazio la nostra terapia Pilates, dedicata ad accompagnare nella ripresa di un’attività fisica armonica il paziente che lo necessiti.

CONTATTA IL TUO STUDIO DI RENATE